BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EUGENETICA/ E' nato il “Bambino-medicina”. Il suo sangue curerà i suoi fratelli

Pubblicazione:

Globuli rossi  Globuli rossi
<< Prima pagina

GLI EMBRIONI “DIFETTOSI” – Nei paesi in cui la legislazione lo prevede, gli embrioni portatori di un difetto genetico, nel caso in cui vengano scartati in seguito ad una Diagnosi Genetica Preimpianto,  sono solitamente destinati alla distruzione immediata o "donati" per scopi di ricerca, con la conseguente distruzione al termine della sperimentazione.

Stessa fine per gli embrioni soprannumerari, quelli, cioè, che non vengono impiantiti nell’utero. Questi ultimi, in alcuni casi vengono “adottati” da coppie che intendono ricorrere alla fecondazione assisti ta. In Italia, la soppressione degli embrioni così come loro selezione genetica, è vietata dalla legge.

LA DIAGNOSI PRENATALE  - La diagnosi prenatale è un procedimento che consente di identificare la presenza di anomalie genetiche nell’embrione entro le prime 10-16 settimane di gestazione. I due metodi principali utilizzati si chiamano villocentesi e amniocentesi. Il primo consiste nel prelievo di villi coriali, la parte embrionale della placenta. Il secondo nel prelievo di liquido amniotico dalla cavità uterina.


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >