BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ C’è un nuovo pianeta “nascosto” nella costellazione del Camaleonte?

Pubblicazione:

Una raffigurazione artistica del disco intorno alla stella T Cha che forse contiene un nuovo pianeta (Foto ESO/L. Calçada)  Una raffigurazione artistica del disco intorno alla stella T Cha che forse contiene un nuovo pianeta (Foto ESO/L. Calçada)

Da diversi anni gli astronomi di tutto il mondo sono convinti che i pianeti del nostro sistema solare, così come i numerosi pianeti osservati attorno ad altre stelle, nascano all’interno di dischi composti da gas e polvere. Proprio per questa loro capacità di formare pianeti al loro interno, tali dischi vengono comunemente chiamati “dischi protoplanetari”.

 

Fino a pochi giorni fa, però, questa comune convinzione non era mai stata supportata da una vera e propria evidenza diretta, a causa della difficoltà intrinseca dell’osservare oggetti estremamente deboli come i pianeti all’interno di questi dischi. La scorsa settimana, un gruppo internazionale guidato da Nuria Huelamo, una scienziata del Centro spagnolo di Astrobiologia, ha pubblicato sulla rivista scientifica Astronomy & Astrophysics nuove osservazioni infrarosse di T Chamaeleontis (T Cha), una stella in formazione circondata da un disco di materia nella costellazione del Camaleonte nell’emisfero Sud.

 

L’aspetto interessante di queste osservazioni è che i dati sembrano indicare la presenza di un oggetto simile alla stella, ma con una massa molto inferiore e a una distanza da T Cha di poco maggiore della distanza fra il nostro Sole e Giove. Le possibilità che questo oggetto compagno alla stella T Cha sia un pianeta nascente sono quindi concrete. A indicare che T Cha fosse un sistema particolarmente interessante ci avevano pensato diversi gruppi, con osservazioni astronomiche nell’infrarosso e a lunghezze d’onda delle dimensioni del millimetro.



  PAG. SUCC. >