BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGI/ Scienza cattiva e applicazioni buone? Sembra che gli italiani la pensino così

Pubblicazione:

Fonte: Fotolia  Fonte: Fotolia

Il secondo dato è quanto mai di attualità, anche se rischia di essere già superato drammaticamente dagli eventi. Riguarda la posizione nei confronti del nucleare. All’interno di un trend di atteggiamenti sempre più positivi verso le innovazioni tecnologiche, il ricorso al nucleare come fonte energetica fa eccezione. Se nel 2007 erano il 39,5% gli italiani che percepivano positivamente questa tecnologia, nel 2010 sono scesi al 35,6%, mentre è salita al 47,1% la quota di chi la valuta molto o abbastanza negativamente.

È un risultato che si può commentare in vari modi, ma che trova un contrappunto piuttosto intrigante in un altro dato sempre relativo alla questione energetica: mentre il 7,3% del campione dichiara di essere già impegnato a installare pannelli solari per ridurre i propri consumi di energia, scendono dal 68,6% al 63,6% coloro che non sono disponibili a considerare questa scelta e salgono dal 26,2% al 29% coloro che non hanno alcuna intenzione di considerarla.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.