BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ Una DAMA (DArk MAtter) italiana in orbita con l’ultimo Shuttle

Pubblicazione:

Lo shuttle Ende  Lo shuttle Ende

Ai dodici esperimenti a  bordo dello Shuttle va aggiunto “ASIA for Human Flight”, pensato per la prognostica medica nelle future missioni spaziali: si tratta di un algoritmo basato su reti neurali e sistemi esperti, implementati su processori in parallelo, che partendo dall’analisi dei principali parametri biologici dell’astronauta ricava l’evoluzione dello stato di decalcificazione ossea ed elabora la strategia curativa da applicare.

Va infine sottolineata la novità dell’approccio seguito dall’ASI nella preparazione di questa missione: un modello “partecipativo”, che ha saputo coinvolgere interessi, risorse e contenuti di diversi soggetti istituzionali, internazionali, scientifici, industriali e sociali del Paese. Basti pensare al ruolo delle scuole: sono circa 2.000 gli alunni di oltre 200 scuole elementari e medie di tutta Italia, che hanno risposto con entusiasmo e creatività al concorso a premi  “Disegna e Designa” per l’ideazione del nome (l’acronimo DAMA, appunto) e del logo della missione italiana.

E non mancherà un gioco multimediale associato alla missione: è "DAMALAB: gioca, galleggia e impara sulla Stazione Spaziale", che saprà suscitare – si augurano all’ASI – sogni, aspirazioni e impegni non meno audaci di quelli di chi ha progettato, cinquant’anni fa, il primo sbarco sulla Luna.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.