BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCOPERTA/ Daeron (Ist. Pasteur): ecco il segreto dello shock anafilattico

Pubblicazione:

Fotolia  Fotolia

Un’equipe di ricercatori ha scoperto i principali attori dello shock anafilattico. Ilsussidiario.net ha intervistato il professor Marc Daeron, dell’Unità di Allergologia molecolare e cellulare dell’Institut Pasteur, che ha spiegato come avviene esattamente quella che è una reazione allergica estremamente forte e in grado di portare alla morte improvvisa nel giro di pochi minuti. E tra gli aspetti più tragici dello shock anafilattico non c’è solo il fatto che i casi negli ultimi 50 anni sono aumentati in modo vertiginoso, raddoppiando ogni 10 anni. Ma anche il fatto che spesso sono una reazione all’anestesia che precede un’operazione, e che quindi sempre più persone muoiono di convulsioni sotto i ferri dei chirurghi. La nuova scoperta potrebbe ora aprire le porte a una terapia. I risultati sono stati pubblicati sul Journal of Clinical Investigation e vi hanno lavorato otto ricercatori di Francia, Giappone e Olanda.

 

Professor Daeron, può spiegarci in primo luogo che cos’è lo shock anafilattico?


E’ una reazione allergica estremamente acuta, scoperta per caso nel 1902 da due ricercatori, Charles Richet e Paul Portier. Mentre vaccinavano alcuni cani dall’anemone di mare, è avvenuto qualcosa di totalmente inaspettato. Doveva trattarsi di una normale immunizzazione, ma la prima dose del vaccino era stata molto bassa e quindi hanno deciso di ripetere l’operazione. Con loro sorpresa, i cani sono tutti morti di fronte a loro nel giro di pochi minuti in preda a tremende convulsioni. Sembrava una smentita delle scoperte di Pasteur, che era morto solo cinque anni prima e le cui affermazioni erano ormai un dogma a livello scientifico. «Quando immunizzi, uccidi», hanno scritto provocatoriamente Richet e Portier.

 

In realtà per fortuna sappiamo che non avviene sempre così…



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
05/04/2011 - Incomincio a capire.... (Francesco Giuseppe Pianori)

Incomincio a capire perché ormai sono allergico anche all'acqua da bere (per dire) Da quattro giorni, per un acutissimo ma di denti, mi sono messo praticamente a digiuno: un pugno di riso bollito in tanta acqua, qualche verdura cotta, un o due fette di pane e una mela a giorni alterni. Sto decisamente meglio. La mia dentista (un'amica) mi ha imposto 5 giorni di zymox (amoxicillina). Per nulla convinto e solo per non buttarle in faccia la mia assoluta contrarietà, le ho ubbidito. Non vedo l'ora che finisca questa "cura" non-cura. E' incredibile come di fronte a fatti sempre più evidenti come quelli esposti dal ricercatore interessato, la pigrizia, i soldi e l'omologazione cosiddetta "scientifica" costringa ogni anno alla malattia sempre più persone inermi e fiduciose. Mio nonno, medico allievo di Murri, era profondamente contrario alle vaccinazioni non indispensabili. Asma, diarrea e incompatibilità alimentari sono per me una cosa abitudinaria da anni. E ll mio medico? Prescrive medicinali e analisi. Meglio curarsi coi sistemi della nonna...