BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ERBE MEDICINALI La nuova direttiva UE

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

E' entrata in vigore la nuova direttrice relativa alle erbe medicinali dell'Unione Europea. Si tratta di una nuova regolamentazione dell'utilizzo, produzione, trasformazione e commercializzazione. Si tratta di quelle erbe che possiedono proprietà terapeutiche, un uso antichissimo che risale forse addirittura alla preistoria. Da oggi primo maggio 2011 si attua la direttiva 24/2004/EC. Tra le altre cose, viene ordinato che entro sette anni i prodotti vegetali classificati come "medicinali vegetali tradizionali" (Herbal Medicinal Drug) devono adeguarsi a uno specifico iter di registrazione solo con determinati requisiti per poter essere commercializzati sul mercato a livello europeo. La direttiva ovviamente non viene bene accolta fra i tanti che fanno uso e commercializzano le erbe medicinali, in voga in pratiche curative come la medicina tradizionale cinese, ayurvedica, tibetana e altre che non rientrerebbero nei requisiti richiesti dall'UE. Per la Società Italiana di Omeopatia Veterinaria questa direttiva crea un sacco di problemi a tutti coloro che fanno uso di rimedi medici a base di erbe, verranno introdotti costi esagerati e lunghissimi tempi affinché ogni singolo prodotto venga approvato. Il problema maggiore ovviamente toccherà i piccoli produttori, non certo le grandi aziende che hanno risorse economiche a sufficienza. Si scagliano contro ad esempio i sostenitori del blog di Beppe Grillo, che invocano un'azione legale per far pressione sulla commissione europea affinché ritiri il provvedimento. Si cerca di ottenere allora un milione di firme per salvare le erbe medicinali. Il blog di Beppe Grillo in particolare dice che "Il primo maggio la direttiva creerà barriere enormi per i rimedi a base di erbe, a causa di costi esorbitanti e processi infiniti con esperti perché ogni prodotto sia approvato. Le aziende farmaceutiche hanno le risorse per superare tutti i passaggi, ma centinaia di piccole e medie ditte di erbe medicinali saranno in seria difficoltà." In Italia è ancora in vigore una legge del 1931 che recita: Per piante officinali si intendono le piante medicinali, aromatiche e da profumo . Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità,l’espressione piante medicinali comprende ogni vegetale che contiene, in uno organo,o in più organi,delle sostanze che possono essere utilizzate a fini terapeutici o che sono i precursori di emisintesi chemio-farmaceutiche. Le erbe medicinali sono moltissime, Il sito http://www.erbemedicinali.eu riporta ad esempio questo elenco:



  PAG. SUCC. >