BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

11 MAGGIO 2011/ Roma città fantasma per il terremoto “predetto” da Bendandi, ma l’inferno è stato in Spagna

Mentre ieri mezza Roma era deserta, un violento terremoto si è scatenato nel Sud Est della Spagna. Il dott. Amato dell’Ingv ci spiega come interpretare questi eventi

Il terremoto in Spagna (Foto Ansa) Il terremoto in Spagna (Foto Ansa)

Bendandi era uno studioso autodidatta che, partendo dalle sue conoscenze di astronomia, aveva elaborato alcune teorie secondo le quali i terremoti potevano essere influenzati, anzi scatenati, dalle fasi lunari così come dal particolare allineamento dei pianeti, cosa che in effetti accadeva nel cielo nel periodo dell'11 maggio. Una teoria che però era stata avvalorata da alcune clamorose coincidenze: ad esempio sbagliò di soli due giorni la data del terremoto del 4 gennaio 1924 nelle Marche mentre avrebbe predetto con estrema esattezza quello del Friuli del 1976. Vissuto tra  il 1893 e il 1979, Bendandi non ha mai ricevuto il riconoscimento della comunità scientifica, benché i suoi documenti, raccolti da una fondazione che ne cura l'eredità, siano stati presi in studio dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Esiste ad esempio un video in cui Bendandi dichiara: "L’origine dei terremoti secondo la mia teoria è prettamente cosmica. Secondo dati da me raccolti e controllati il sisma avviene quando nel giro mensile di una rivoluzione lunare l’azione del nostro satellite va a sommarsi a quella degli altri pianeti». A quel punto l’intervistatore gli chiede: «Quindi sarebbero prevedibili i terremoti?» E Bendandi risponde: «Prevedibili esattamente». La Luna, il Sole e gli altri pianeti del sistema solare provocherebbero per Bendandi rigonfiamenti della superficie terrestre e, quando le loro forze si sommano, scatenerebbero i movimenti tellurici. Che fossero coincidenze o studi esatti, Bendandi nel caso del terremoto dell'11 maggio a Roma non aveva mai fatto tale predizione. Lo stesso centro studi dedicato alla sua fondazione ha sempre smentito che esistano carte o documenti in cui Bendandi segnala un terremoto a Roma per l'11 maggio 2011.