BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Scienze

PUBBLICITA' SHOCK/ Video youtube, lo spot della Fondazione Diabete Onlus

Uno spot pubblicitario a favore della Fondazione Italiana Diabete ha provocato polemiche. Associazioni di malati e familiari chiedono al ministro che venga ritirato

Un test per il diabeteUn test per il diabete

E' polemica per lo spot della Fondazione Italiana Diabete Onlus. Si tratta di un vide preparato dall'agenzia pubblicitaria Armando Testa destinato alla sensibilizzazione sulla campagna per il 5 per mille. Associazioni di malati di diabete e di familiari hanno infatti protestato per il contenuto del video, ritenuto troppo estremo. e chiedono venga ritirato. Ma cosa si vede nel video? Si vede un bambino che fa una vita apparentemente normale ma ha il volto di un adulto, diremmo di un vecchio. La madre alla sera - la madre rappresenta la ricerca sulla malattia - gli toglie quella specie di maschera ma il viso diventa invisibile perché non esiste, secondo lo spot, cura alla malattia. Nello specifico, il diabete mellito tipo 1, la forma più grave di diabete. Antonio Cabras, in particolare, presidente della federazione nazionale diabete giovanile, sostiene che uno spot come questo rischia di vanificare trent'anni di lavoro di ricerca sul diabete.  "Ci battiamo per aiutare questi bambini a realizzare il migliore stile di vita possibile" aggiunge. Il filmato, dice il presidente, trasforma i bambini in dei mostri, non è giusto: "In Italia circa 20mila persone, tra 0 e 14 anni, soffrono di questo diabete, con un'incidenza in forte aumento. La Federazione ha segnalato lo spot al ministro per le Pari opportunità, a quello delle Politiche sociali al Garante per l'infanzia e a quello per la concorrenza e il mercato chiedendo un intervento". Ha risposto Nicola Zeni, presidente della Fondazione Italiana Diabete che lo spot non merita queste polemiche. L'intenzione, spiega, è rappresentare le difficoltà dei bambini malati. Lui stesso ha un figlio di 9 anni che soffre di questa forma di diabete. "La "maschera" sono le difficoltà che costringono i bambini a una rapida crescita psicologica, perché devono affrontare controlli, iniezioni e sacrifici. Ogni altro significato è frutto di una errata lettura".