BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEDICINA/ Per esplorare il corpo umano in 3D basta un clic

Pubblicazione:

Un'immagine da BodyMaps  Un'immagine da BodyMaps

Come si presenta una pagina di BodyMaps? Al centro della schermata c’è un'immagine in 3-D del corpo sulla sinistra scorrono le informazioni testuali sulla parte anatomica che viene mostrata. Se scorrete il mouse sopra il testo, la sezione del corpo corrispondente è evidenziata nell'immagine; e viceversa quando fate passare il mouse sopra l'immagine. In basso c’è un cursore che consente all'utente di ruotare il corpo fino a 360 gradi.
Non si tratta però solo di visualizzazione. La pagina dispone anche di video, di consigli per stare in salute, di informazioni per riconoscere sintomi e condizioni di malessere, sempre relativi alla sezione in vista. L'utente può selezionare la regione del corpo da esplorare facendo clic sul testo o sull’immagine, oppure utilizzando lo strumento di ricerca. Ad esempio, se selezionate “spalle”, si genera un'immagine ad alta definizione 3-D della sezione della spalla, a partire dal livello della pelle, con la possibilità poi di “entrare” all’interno per vedere nervi, muscoli vasi e ossa. Scegliendo il livello “muscoli” nella barra in alto, appaiono i muscoli della spalla e si può evidenziare il muscolo deltoide lasciando in sottofondo gli altri. L'opzione “read more” fornisce una definizione e un’ampia descrizione del muscolo, con informazioni sulle lesioni più frequenti, le loro cause e i sintomi.
Come i programmi analoghi, BodyMaps è un'applicazione flash e può essere visualizzata con qualsiasi browser senza bisogno di scaricare alcun software o programmi speciali per l'esecuzione. L’intento educativo del programma sono messi in evidenza se si considera l’attenzione alla sua “usability”, decisamente alla portata di tutti, e anche la mole di informazioni mediche messe a disposizione. La ricerca dei sintomi offre risultati per oltre 900 malattie; le condizioni di salute incluse nei sintomi sono state selezionate attraverso l’analisi di dati diagnostici raccolti per cinque anni: ciò ha prodotto un database di 130.000 diagnosi codificate, tra le quali sono state selezionate le 900 dopo una accurata revisione da parte di medici di pronto soccorso, pediatri e vari altri specialisti. 

(Michele Orioli) 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.