BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BATTERIO KILLER/ Altri morti in Germania, primo caso in Spagna

Pubblicazione:

Cetrioli  Cetrioli

BATTERIO KILLER SALE NUMERO DEI MORTI - E' salito a quattordici il numero dei morti causati dal batterio killer presente in alcuni cetrioli provenienti dalla Spagna e distribuiti sul mercato europeo. L'infezione è diffusa al momento essenzialmente in Germania, dove si sono verificati tutti i casi di decesso, ma proprio oggi è stato annunciato il primo caso di infezione in Spagna, mentre altri si erano già registrati in Olanda, Danimarca, Svezia, Francia, Regno Unito e Svizzera. Il centro tedesco di controllo delle malattie ha registrato a tutt'oggi 352 casi di sindrome emolitico-uremica, complicanza dovuta all'infezione associata al batterio dell'escherichia coli. I casi di infezione intestinale sono invece molti di più: nella sola città di Amburgo oltre 400 casi. Anche l'Organizzazione mondiale della sanità ha lanciato l'allarme: infezione molto vasta e molto seria, ha detto in un comunicato. I casi registrati fuori della Germania rivelano che le persone colpite erano comunque state in viaggio nel paese tedesco, focolaio dell'infezione. Nonostante una prima individuazione del batterio killer, le autorità tedesche non sono in grado di dare una spiegazione ufficiale. Il batterio viene diffuso dalle feci dei ruminanti e provoca vomito, diarrea, disturbi di stomaco fino a gravi forme di dissenteria emorragica e conseguenti danni al sistema renale. La situazione in Italia è la seguente. Al momento sono stati sequestrati 15 quintali di cetrioli provenienti dalla Spagna. Il ministro Fazio ha commentato: "Basta leggere la provenienza dei cetrioli. Quelli di provenienza italiana non comportano rischi, gli altri sono da lavare molto bene, anche se personalmente consiglio di lavare altrettanto bene ogni verdura".





  PAG. SUCC. >