BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GEOFISICA/ In arrivo la rete per catturare le tempeste magnetiche

Pubblicazione:

Un'immagine delle macchie solari (Foto Ansa)  Un'immagine delle macchie solari (Foto Ansa)

No, oltre a quelli c’è una rete di 116 punti dislocati su tutti il territorio dove andiamo a ripetere regolarmente, nell’arco dei cinque anni, le misure con un’apposita strumentazione mobile che oggi è quasi tutta di tipo elettronico. Lo scopo della misurazione distribuita è di arrivare a realizzare e aggiornare la cartografia, quindi di registrare come il campo cambia non solo nel tempo ma anche nello spazio. Così si capisce anche il senso di questi workshop e la loro cadenza quinquennale: in questi giorni noi presenteremo i risultati complessivi dell’ultima campagna di rilevamenti che si è conclusa nel 2010.

Ha molto colpito recentemente la notizia dello spostamento dell’asse terrestre in conseguenza del forte terremoto in Giappone; ciò ha rilevanza anche per il campo magnetico?

Bisogna distinguere bene tra asse di rotazione della Terra, che è associato alla dinamica della rotazione terrestre, e l’asse magnetico che è quello ideale del dipolo magnetico originato, come ho detto, nel nucleo terrestre. Il primo può essere influenzato da fenomeni tellurici di grandissime proporzioni; anche se comunque si tratta di variazioni di lievissima entità e quindi di difficile misurazione e accertamento. Nel caso dell’asse magnetico, invece, la variazione c’è e quindi c’è uno spostamento misurabile dei poli magnetici. Ad esempio, il polo Nord magnetico, attualmente in Canada, si sta spostando verso Nord a una velocità di diversi chilometri l’anno. Se poi consideriamo la variazione secolare di cui parlavo, abbiamo spostamenti anche rilevanti, tanto che si può arrivare, su scale temporali di centinaia di migliaia di anni, all’inversione dei poli: la storia del nostro Pianeta ha già registrato diverse inversioni della polarità magnetica.

 

(a cura di Mario Gargantini)

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.