BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TUMORI/ Quando è il sistema immunitario a non proteggerci

Pubblicazione:

Una cellula anomala (Immagine: FOTOLIA)  Una cellula anomala (Immagine: FOTOLIA)

La strategia utilizzata dai ricercatori per valutare l'effettivo ruolo del sistema immunitario nella progressione tumorale è stata quella di eliminare la produzione di perossido d'idrogeno. Ciò è stato possibile sia attraverso un'inibizione farmacologica che una di tipo genetico, ovvero eliminando un gene fondamentale nella produzione della molecola. Come ci si poteva aspettare il numero di cellule tumorali che interagivano con il sistema immunitario è risultato notevolmente ridotto. Ma la prova fondamentale che ha permesso di fugare ogni dubbio sul ruolo negativo che hanno i macrofagi nella proliferazione tumorale è stata ottenuta utilizzano degli Zebrafish privi di sistema immunitario. In questi animali lo sviluppo tumorale è risultato fortemente rallentato rispetto a quelli con il sistema integro.

«Lo studio ha dimostrato quanto siano importanti le cellule del sistema immunitario nell'aiutare il tumore a svilupparsi. Questa evidenza però non deve essere presa come un dogma poiché è stata valutata solamente per alcuni tipi di tumore. Nonostante ciò da questa scoperta è possibile che ne derivino delle potenziali applicazioni terapeutiche. Una su tutte e rappresentata dalla possibilità di modulare la risposta immunitaria, attraverso la somministrazione di farmaci antinfiammatori, per cercare di rallentare lo sviluppo tumorale» conclude la Mione.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.