BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ Terra «bombardata» dai raggi gamma per un’esplosione di 4 miliardi di anni fa

Pubblicazione:

L'esplosione "fotografata" dal satellite Swift  L'esplosione "fotografata" dal satellite Swift

Gli astronomi sono convinti di avere individuato la fonte di una misteriosa raffica di raggi gamma che ha raggiunto la Terra nel marzo scorso e che continua ancora oggi, anche se a livelli ridotti.

 

RAFFICA DI RAGGI GAMMA - Il responsabile sarebbe un buco nero, distante 3,8 miliardi di anni luce, che ha inghiottito e fatto a pezzi una stella vagante. Il 28 marzo scorso il satellite Swift della Nasa ha notato per primo la raffica delle radiazioni invisibili, una delle più potenti dell’universo. Queste raffiche, pur essendo il risultato della deflagrazione di una stella di grandi dimensioni, sono individuate regolarmente e di solito cessano nell’arco di pochi minuti. Mentre questa sta continuando ancora oggi, e nei suoi primi due giorni l’intensità dell’esplosione è stata misurata in lunghezze d’onda invisibili a occhio nudo, e che sono luminose come centinaia di miliardi di soli. A riportare la notizia è l’ultima edizione della rivista specializzata «Science», che rivela che si tratta delle raffiche cosmiche più intense mai documentate dagli astronomi. «Questa è probabilmente la prima volta che l’umanità assiste a un fenomeno di questo tipo», ha dichiarato a Usa Today l’astronomo dell’University of California-Berkeley, Josh Bloom, principale autore di uno dei due studi sull’esplosione.



  PAG. SUCC. >