BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INQUINAMENTO/ Rapporto Ispra: Palermo è la città con più verde

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

Tra i mali di questo secolo vi è sicuramente l’inquinamento. Comfort, agi, aumento delle speranze di vita, benessere e maggior vigore fisico rispetto ai nostri antenati, tra i prezzi da pagare, hanno sicuramente lo smog. Forse era evitabile, forse no, sta di fatto che, attualmente, del problema dello smog – ma non solo – ormai se ne è preso atto. Anche perché le emissioni provenienti da quel sistema costituito da apparecchi, macchinari, congegni e via dicendo ideati per migliorare la qualità della nostra esistenza, paradossalmente ce la stanno peggiorando. Una questione annosa, di cui non è difficile solo la risoluzione, ma la stessa interpretazione. Con inquinamento si indica un concetto generico, che, in realtà è costituito da una serie di elementi.

Città con elevate quantità di un determinato agente inquinante nell’aria, hanno, magari, quantità minime di un altro agente. Ci possono essere casi di livelli relativamente bassi, ma uniti ad una scarsissima presenza di verde urbano. Quindi? Con l’VII Rapporto sulla qualità dell'ambiente urbano dell'Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, (che ha passato in rassegna 48 tra i maggiori centri urbani d’Italia), il quadro assume contorni un po’ più definiti. 

POCO VERDE - Il primo elemento rilevato, è il fatto che le città si ingrandiscono sempre di più, a macchia di Leopardo. Aumenta la superficie abitata, ma diminuisce la densità abitativa. Ogni anno, si stima, è resa abitabile un’area grande come tre volte Napoli. Ma, al contempo, la crescita non è unita ad un’adeguata realizzazione di parchi e giardini. 



  PAG. SUCC. >