BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BATTERIO KILLER/ Individuata la fonte, i germogli di soia biologici

Pubblicazione:

Una coltura batterica (Immagine FOTOLIA)  Una coltura batterica (Immagine FOTOLIA)

BATTERIO KILLER GERMOGLI DI SOIA - Dopo le più disparate ipotesi, il ministro dell'agricoltura tedesca ha comunicato il responsabile dell'epidemia di Escheria coli che sta colpendo mezza Europa. Sono i germogli di soia, più precisamente quelli prodotti da una cooperativa biologica tedesca che li ha venduti in tutti i posti dove si sono verificati casi di avvelenamento. I germogli di soia biologici erano da mangiare crudi ed evidentemente non rispettavano le norme igieniche del caso. Già alcuni anni fa in Asia si era verificata una identica epidemia sempre causata dai germogli di soia. Adesso tutti i prodotti della cooperativa sono stati posti sotto sequestro e le autorità tedesche invitano a non mangiare germogli di soia di alcun tipo almeno fino a nuovo ordine. I cetrioli spagnoli dunque sono del tutto scagionati da qualunque accusa. L'azienda colpevole della diffusione dell'epidemia produce anche germogli e semi di altri ortaggi: sono sospettati 18 diversi tipi di germogli, tra cui quelli di fagiolo mungo, broccoli, piselli, ceci, ravanelli e lenticchie. Adesso si tratta di capire se i semi acquistati in Germania e altri Paesi avessero già il batterio o se esso si sia diffuso per il tipo di coltivazione a vapore, ideale per far sviluppare il killer. Anche due donne che lavorano nell'azienda sono state colpite da infezione.





  PAG. SUCC. >