BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCOPERTE/ La geometria? Una cosa da “selvaggi”...

Pubblicazione:

Forme geometriche (Immagine Fotolia)  Forme geometriche (Immagine Fotolia)
<< Prima pagina

I ricercatori hanno somministrato due test a entrambi i gruppi: il primo era focalizzato su domande riguardanti le proprietà astratte delle rette, in particolare il loro carattere infinito e  il parallelismo, mentre il secondo richiedeva di completare un triangolo indicando la posizione del suo vertice così come l’ampiezza dell’angolo al vertice.

L’introduzione di concetti di geometria fra i Mundurucu è stata realizzata chiedendo loro di immaginare due mondi, uno piano e uno sferico, sui quali erano fissati dei punti (dei villaggi) collegati da linee rette (sentieri). In seguito si è rivolta loro una serie di domande illustrate da alcune figure geometriche riportate sullo schermo di un computer. 

Gli stessi temi sono stati affrontati però in ambiti differenti: in un ambiente “Euclideo”, cioè in geometria piana, e in uno “non Euclideo”, cioè posizionando gli oggetti su superfici curve, dove le rette parallele all’infinito si possono incontrare e gli angoli interni di un triangolo possono sommare più dei 180° dell’ambiente euclideo.

I Mundurucu si sono rivelati perfettamente in grado di risolvere i problemi di geometria piana. Per esempio, alla questione “esistono due rette che non si incontrano mai?”, la stragrande maggioranza ha correttamente risposto sì, mentre le risposte al secondo test hanno messo in evidenza il carattere intuitivo di una proprietà essenziale della geometria piana, e cioè che la somma degli angoli interni di un triangolo è costante e pari a 180°. Ma i “selvaggi” hanno dato prova sorprendente di saper meglio destreggiarsi rispetto al gruppo degli “evoluti” nella geometria non-euclidea. Il motivo è intuibile: la scuola dà maggior confidenza con l’ambiente euclideo, riducendo la capacità di familiarizzare più naturalmente con la geometria sferica.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >