BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCOPERTE/ La geometria? Una cosa da “selvaggi”...

Pubblicazione:

Forme geometriche (Immagine Fotolia)  Forme geometriche (Immagine Fotolia)

I ricercatori hanno inoltre scoperto che i bambini Nordamericani fra i 5 e i 6 anni, non ancora studenti di geometria, hanno ottenuto risultati misti, segno del fatto che un certo grado di comprensione di nozioni geometriche inizia dopo i 6-7 anni.

Lo studio dunque arriva a stabilire che qualsiasi essere umano ha la capacità di comprendere la geometria euclidea, al di là del livello della cultura da cui proviene o dell’educazione ricevuta: chi ha ricevuto un livello minimo di formazione può comprendere nozioni sui punti e sul parallelismo delle rette, e queste sono intuizioni che, pur emergendo dopo i 6-7 anni di vita, potrebbero essere innate. Se invece derivassero dall’istruzione ricevuta fino al 6°-7° anno di vita, devono comunque basarsi su esperienze comuni a tutti gli esseri viventi.

Innate o no, proprio qui si inserisce la reale cifra della nostra grandezza: quella di riconoscere che ciò che è dimostrabile, stringente dal punto di vista logico, evidente dal punto di vista razionale, ha i tratti inconfondibili del vero. E’ il segno in noi della possibilità di conoscere, comprendere e perciò manipolare il mondo che ci circonda.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.