BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIBATTITI/ Senza import di soia (transgenica), addio Parmigiano

Pubblicazione:

Semi di Soia (Foto Imagoeconomica)  Semi di Soia (Foto Imagoeconomica)

Senza queste importazioni non riusciremmo neanche a produrre tutti i prodotti tipici, come Parmigiano e Prosciutto di Parma, perché la produzione italiana copre meno del 20% del fabbisogno. Se la soia transgenica comportasse problemi sanitari, oso sperare che i minsteri competenti ne avrebbero vietato da tempo l’importazione a salvaguardia della nostra salute. Se invece comporta solo problemi ambientali, perchè la facciamo coltivare ad altri paesi? Come una forma di neo-colonialismo, ci piace esportare i problemi verso altri paesi, ma non rinunciare alla comodità? Se invece ammettiamo che la soia transgenica non comporti problemi sanitari e ambientali, perché non possiamo coltivarla noi stessi invece che farla arrivare da 11.000 km (per esempio, dall’Argentina)? Detto per inciso, niente male per i paladini del km zero!

Per quanto riguarda il pericolo che le nostre varietà vengano spazzate via dalle varietà transgeniche, questa è farneticazione pura. Una volta che un carattere interessante viene prodotto per transgenesi o in altro modo, la nuova varietà può essere incrociata con tutte quelle esistenti così da trasferire il nuovo carattere. Testimonianza di ciò sono le oltre 600 varietà di cotone Bt (transgenico resistente agli insetti) in India, le oltre 1000 varietà di soia RR (transgenica resistente a un diserbante) in America e le oltre 100 varietà di mais Bt (transgenico resistente agli insetti) coltivate nella europeissima Spagna.

In sintesi, le piante transgeniche fanno già parte della nostra agricoltura, sono anzi indispensabili e quindi pienamente compatibili con un’agricoltura di qualità e non sono un pericolo per la biodiversità. Viene allora da chiedersi il perchè di queste obiezioni, visto che i sindacati agricoli, Coldiretti in testa, e tutti i ministri dell’agricoltura degli ultimi dieci anni sono perfettamente a conoscenza dei dati di importazione e del fatto che quasi tutti i mangimi in Italia contengono soia transgenica. Che sia puro marketing?

 

 

 Tonnellate importate di soia e derivati negli ultimi anni (dati FAO)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.