BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NANOSCIENZE/ Nelle gabbie di Archimede si riprogrammano le molecole

Pubblicazione:

Un ottaedro "molecolare" fotografato da un microscopio elettronico  Un ottaedro "molecolare" fotografato da un microscopio elettronico

«È una bella soddisfazione riuscire a costruire ciò che si è progettato a tavolino e ancor di più far fare alle molecole compiti precisi. È un po’ come se riuscissimo a far cambiare mestiere alle molecole», ha dichiarato Angiolina Comotti.

L’idea alla base della ricerca è il “confinamento” molecolare per ottenere, attraverso la variazione delle interazioni fra le molecole, gli ioni e i cluster metallici, nuove proprietà che per via chimica sarebbe impossibile conseguire. «Analogamente al modello naturale del virus - ha spiegato Comotti - noi abbiamo realizzato un poliedro regolare costituito da scudi molecolari che possono incapsulare al loro interno un’ampia varietà di molecole di diversa natura, inclusi principi attivi, e cluster metallici, dominando la forma e dimensione dei cluster stessi. Inoltre, le molecole ospiti e i cluster metallici sono protetti rispetto all’ambiente esterno, quindi immuni da processi di ossidazione o degradazione».

Diversi i compiti che possono essere svolti da queste molecole riprogrammate: rilascio controllato di farmaci, miglior controllo della solubilità dei principi attivi, maggiore stabilità di nanoparticelle metalliche disperse.

 

(Michele Orioli)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.