BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELISIR DI LUNGA VITA/ Dall'Isola di Pasqua una sostanza che allunga la vita

Pubblicazione:

Due bambini colpiti dalla sindrome di Progeria  Due bambini colpiti dalla sindrome di Progeria

Ecco bambini di 6, 8 anni che fisicamente sembrano dei vecchietti di 70 anni. Ma non solo: la patologia scatenata è talmente dannosa che quasi nessuno dei bambini colpiti da questa sindrome vive per più di 12, 13 anni. Ed ecco la possibile salvezza, il rapamycin, già soprannominato farmaco dell'eterna giovinezza. Esso infatti per le proprietà che abbiamo visto prima, potrebbe eliminare questa proteina dalle cellule. Di fatto, negli Stati Uniti, si è già cominciato a testare l'effetto del farmaco su malati di  Hutchinson-Gilford Progeria. E i risultati si sono visti. Testata su tre bambini affetti dalla patologia, si è potuto verificare che le cellule malate invertivano  la loro situazione, rendendo loro nuovamente uno stato di salute accettabile. Va detto che il farmaco oggigiorno si usa per evitare il rigetto in caso di trapianti.


PER SEMPRE GIOVANI - I risultati positivi dei primi test a base di rapamycin ovviamente hanno immediatamente scatenato la speranza che la sostanza possa essere usata da tutti, non solo i malati della sindrome di invecchiamento precoce, ma da ogni essere umano che desideri rimandare morte e vecchiaia il più possibile. Dimitri Krainc, studioso della Harvard Medical School, ha spiegato che una piccola attivazione del farmaco, "che funziona esercitando una azione di rimozione che contrasta l'accumulo della progerina, potrebbe avere un significativo effetto sulla salute e sulla durata delle nostre cellule e organi. Potrebbe anche aggiungere all'uomo oltre dieci anni di vita". 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >