BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VERSO IL MEETING/ Quelli che dividono gli atomi per studiare archeologia

Pubblicazione:

L'Isis che sorge nei pressi di Oxford  L'Isis che sorge nei pressi di Oxford

Che l’atomo non sia indivisibile, a dispetto della sua etimologia (a-tomé, cioè non tagliabile), l’avevano sospettato i fisici di fine Ottocento e ne ha dato una prima prova sperimentale consistente Ernest Rutherford nel 1911, cent’anni fa. Ma l’interrogativo resta. Fino a che punto è divisibile? In quante parti? E se lo dividiamo in frammenti sempre più piccoli, cosa troviamo? E ancora, come si fa a dividerlo?

Alcune di queste domande hanno trovato risposte nel secolo scorso; altre sono rimaste aperte; altre domande sono nate da quelle stesse risposte. Ecco allora che l’interrogativo posto a titolo della mostra scientifica del prossimo Meeting di Rimini (“Atomo: indivisibile? Domande e certezze nella scienza”) è tutt’altro che retorico e il percorso della mostra offre numerosi spunti per rileggere la storia di un secolo di divisibilità, come pure per aprire uno squarcio su ricerche, come quelle sulle particelle elementari, che sono la punta di diamante della fisica dei nostri giorni. E per gettare uno sguardo su luoghi dove le conseguenze di questa divisibilità diventano esperienza quotidiana e contribuiscono, a contatto diretto con la realtà, a irrobustire le certezze (non molte) dei fisici sulla natura della materia.

Uno di questi luoghi, che si potrà incontrare nella seconda stanza della mostra, è la sorgente di neutroni e muoni ISIS del Rutherford Appleton Laboratory, nei pressi di Oxford (UK), di proprietà del Consiglio delle Ricerche britannico STFC (Science and Tecnhology facilities Council), dove si usano queste particelle per investigare la struttura e la dinamica dei materiali. Ne abbiamo parlato con Silvia Imberti, che opera proprio a ISIS come Instrument Scientist.

 

Che cosa sono i neutroni?

 

I neutroni sono particelle molto piccole (più piccole di un atomo) che si trovano nel nucleo atomico. I neutroni sono molto comuni, tutto ciò che conosciamo sulla terra è fatto per il 50% circa da neutroni, anche noi.

 

Cosa fate con i neutroni?



  PAG. SUCC. >