BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCOPERTE/ Se il meteo di Saturno segna “pioggia” è colpa della luna (Encelado)

Pubblicazione:

Un'immagine di Encelado (Foto Ansa)  Un'immagine di Encelado (Foto Ansa)
<< Prima pagina

La sua grande sensibilità permette anche uno studio statistico dei planetesimi che si trovano oltre l’orbita di Plutone e di studiare i corpi minori del sistema solare, come asteroidi e comete, i reperti fossili più antichi del Sistema Solare, quelli che hanno meglio conservato il materiale delle nube proto-stellare.

Si comprende così la performance prodotta dalla sonda al suo passaggio tra i satelliti di Saturno e in particolare quando ha puntato i riflettori sulla superficie ghiacciata di Encelado, il corpo che ha l’albedo (cioè la capacità di riflettere la luce solare) più alto di qualunque altro corpo nel Sistema Solare, pur mantenendo una temperatura superficiale media di circa 200 gradi sottozero.

Dagli ultimi dati pervenuti risulta che Encelado è l’unica luna capace di influenzare la composizione chimica del proprio pianeta. Il satellite infatti espelle circa 250 chili di vapore acqueo al secondo, attraverso le cosiddette Tiger Stripes, una serie di getti situati al proprio polo Sud, che danno alla sua superficie un caratteristico effetto tigrato.

Le misure raccolte da Herschel consentono anche di dedurre che l’acqua che colpisce la superficie del pianeta equivale soltanto al 3-5% di quella espulsa da Encelado, mentre il resto si disperde sugli anelli, sulle altre lune o nello spazio. Le emissioni che toccano il terreno permettono poi la formazione dei ghiacciai sullo strato superficiale e di conseguenza producono ossigeno e anidride carbonica.

Naturalmente, l’interesse per questo ritrovamento, oltre agli aspetti strettamente astronomici, tocca direttamente uno dei punti caldi del dibattito spaziale, cioè la presenza di forme di vita extraterrestri: l’abbinamento acqua-vita è facile da attuare. Ma è ancor più facile essere semplicistici su questo e arrivare indebitamente a conclusioni affrettate, scambiando una pura possibilità con una certezza. Per ora, quindi, accontentiamoci dell’evidenza astronomica.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.