BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INGHILTERRA/ Beve troppa acqua e muore: come è possibile? Il parere del medico

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio
<< Prima pagina

Ad esempio? "Casi limite di persone che hanno scommesso chi beveva la maggior quantità di acqua, o il caso del giovane inglese che è stato riportato dalla stampa". Fortunatamente, spiega il professore, si tratta di casi limite, non quotidiani: "Il nostro organismo, quello che noi siamo, è in pratica una soluzione d'acqua in cui sono sciolti dei sali minerali, come il sodio e il potassio. Questi sali devono essere ben bilanciati fra di loro: se noi diluiamo il nostro organismo con acqua in eccesso tutti gli elettroliti si sballano e si hanno conseguenze che possono portare alla morte". In che modo si arriva a tale stato, in che modo l'eccesso di liquidi influisce sul nostro organismo fino a portarlo alla morte? "Si ha una alterazione delle cellule cerebrali. Come nel caso del ragazzo inglese, si provoca una lesione del tronco cerebrale che è la struttura alla base del cervello che ci tiene vigili, che tiene in buono stato le nostre funzioni vitali". Dunque quanta acqua possiamo assumere senza correre il rischio di incorrere in tale rischio? "Non è tanta in realtà l'acqua in sé" spiega Cenzato "quanto il livello di liquido che si assume all'ora. Bere due litri d'acqua all'ora in un periodo sostenuto di tempo porta alle conseguenze estreme di cui abbiamo detto". E' possibile stimare una cifra esatta? "Sicuramente berne più di cinque litri in poche ore, considerando che tutto il sangue che abbiamo nel nostro organismo è cinque litri porta alle conseguenze fatali. I casi mortali in realtà parlano di dieci litri d'acqua bevuti in un'ora, ma stiamo parlando di una decina di casi conosciuti a questi livello in tutto". 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >