BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L'INTERVISTA/ Polkinghorne: la fecondità del mondo, al margine del caos

Pubblicazione:

L'intervista a John Polkinghorne  L'intervista a John Polkinghorne


Lo scienziato è una persona, quindi lei può trovare tra gli scienziati tutte le differenti varietà di esperienze personali e di credenze personali. Io ho molti amici scienziati che sono credenti cristiani così come lo sono io. E non trovo nessun conflitto tra scienza e religione nel comprendere il mondo. Fede e scienza sono originariamente amiche, perché sono partner nella ricerca della verità. È vero che ricercano differenti livelli di verità, ma alla fine la verità è una, quindi la scienza è amica della religione.

Se dovesse suggerire un solo libro fra i tanti che ha scritto, quale ritiene più rappresentativo del suo modo di pensare?

Quello che suggerirei è un libro molto breve, ma, credo, anche molto interessante. Si chiama Quark, caos e cristianesimo (Claudiana, 1997): quark sta per una parte della fisica, caos sta per il ruolo del caso nel mondo e cristianesimo sta per la fede religiosa che è la mia. Quindi se uno vuole avere un’idea del mio pensiero questo è il libro che raccomando.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.