BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEDICINA/ Croce (Ohio University): liberi da pregiudizi, scopriamo il valore dei geni "inutili"

Pubblicazione:

Fonte: Fotolia  Fonte: Fotolia

Io sono sempre stato molto aperto alle novità ma devo ammettere che quando ho scoperto il gene BCL3 prima della scoperta del micro RNA avrei potuto accorgermi della novità; invece, avendo visto che non codificava proteine, ho lasciato perdere e non mi sono reso conto della scoperta che avevo tra le mani. L’insegnamento importante che ne traggo è che bisogna seguire quello che i dati ci dicono, la realtà che appare nei nostri laboratori, non le nostre idee, i nostri dogmi.

Nel suo campo si raggiunge un alto livello di specializzazione, ma non si rischia di perdere di vista la malattia e l’ammalato?

Sono convinto che la nostra tensione debba essere rivolta alla cura del malato e che i nostri sforzi debbano concentrarsi sulla malattia non sulle nostre tecniche pur sofisticate. Se l’obiettivo è conoscere sempre più in profondità il nostro organismo e curarlo il più possibile, allora dobbiamo usare tutti gli strumenti a nostra disposizione: se non abbiamo una data competenza ce la possiamo procurare oppure possiamo rivolgerci a chi ce la può fornire. Ci vuole un approccio alla medicina che vada oltre la disciplina ristretta e sappia integrare tutte le competenze possibili per raggiungere il risultato.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.