BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AUTOMAZIONE/ Dall’ABS al pancreas artificiale: tutto (o quasi) sotto controllo

Pubblicazione:

Fotolia  Fotolia

Oggi hanno un ruolo fondamentale. Possiamo infatti eseguire i cosiddetti controlli remoti, controllando a distanza sistemi di vario tipo tramite comunicazioni wireless o comunque utilizzandole reti di comunicazione dell’informatica.

 

Il tema del controllo richiama, oltre a quello dell’efficienza, il problema della sicurezza. Cosa c’è di nuovo in proposito?

 

C’è un campo che è in grande sviluppo ultimamente ed è definito come “fault detection and isolation”,  cioè la rilevazione e l’isolamento dei guasti. È legato alla possibilità di stimare variabili non misurabili interne a un sistema tramite la rilevazione di parametri esterni. Un tema di grande portata per i sistemi industriali, dove la garanzia della sicurezza degli impianti e dei processi deve raggiungere livelli sempre maggiori.

 

Un’ultima considerazione di carattere generale: mentre aumentano le nostre capacità di controllo, crescono i casi, anche drammatici, di fenomeni, specie quelli naturali, che non riusciamo a dominare. Come vive lei questo dualismo?

 

Con molta prudenza e realismo. Anche nell’ambito dei sistemi tecnologici c’è ancora molto da fare e più in generale ci sono ancora molte situazioni che sfuggono alla possibilità di controllo da parte degli umani. Ci sono settori favoriti dalla possibilità di eseguire molte misure e fare previsioni; altri, e spesso i più delicati, dove le previsioni sono precarie e l’imprevedibile è sempre in agguato. Dobbiamo ammettere che al momento non siamo in grado di dire “tutto sotto controllo”.

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.