BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ANORESSIA/ Nature: Cause genetiche all’origine dell’eccessiva magrezza

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Essere eccessivamente magri è una malattia con diverse origini, difficili da identificare. Una volta esclusi altri disturbi, gli specialisti tendono a guardare alla possibilità che un’eccessiva perdita di peso sia provocata da fattori sociali e psicologici, come per l’anoressia nervosa.

 

CAUSE GENETICHE - Ma ora – come scrive Caroline Depecker sul quotidiano online worldcrunch.com - un gruppo di ricercatori francesi e svizzeri punta il dito contro le cause genetiche. In uno studio pubblicato sul giornale inglese Nature, gli scienziati esibiscono le prove di anomalie dei cromosomi nel genoma umano rinvenute nel Dna delle persone affette da eccessiva magrezza. E così i bambini disdegnano il cibo, perdono il loro appetito, diventano pelle e ossa e si ammalano. A causa di un apporto calorico inadeguato, il corpo finisce per smettere di crescere. «Quando si trovano di fronte a questo tipo di pazienti, i pediatri si sentono come i genitori: incapaci di fare qualsiasi cosa», spiega Sébastien Jacquemont del Servizio medico genetico dell’Ospedale Universitario di Losanna, oltre che uno degli autori principali dello studio. «Essere sottopeso, come avviene per circa l’1-3% dei bambini piccoli, è una condizione misteriosa: non abbiamo alcuna conoscenza dei limiti diagnostici o dei meccanismi interni».

 

IL CROMOSOMA 16 - Per gli adulti, il peso ideale è definito grazie al Body Mass Index (Bmi, cioè Indice di Massa Corporea), cioè dal rapporto tra peso e altezza. E’ sottopeso chi ha un Bmi inferiore a 18.5. Ed è tutt’altro che una patologia rara, se si pensa che colpisce dal 10 al 15% della popolazione, cioè poco meno di quella che è in sovrappeso, e che varia dal 15 al 20%. Lo scorso anno il professor Jacques Beckmann dell’Università di Losanna (UNIL) ha fatto una scoperta innovativa sull’obesità patologica: avere una sola copia di un particolare frammento del cromosoma 16 (invece dei soliti due) potrebbe essere responsabile dell’obesità. Gli scienziati di Losanna si sono chiesti a questo punto che cosa può capitare a chi al contrario si ritrova con tre cromosomi. E hanno scoperto che una persona su 2mila ha tre copie della sezione del cromosoma 16, e che questo aumenta le probabilità di essere seriamente sottopeso di 23 volte per gli uomini e di cinque volte per le donne.



  PAG. SUCC. >