BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NASA/ Un satellite colpirà la Terra. L'esperto: innocuo, ma lassù è una discarica

Pubblicazione:

Foto: Fotolia  Foto: Fotolia
<< Prima pagina

Il professor Benvenuti ci parla poi della cosiddetta “spazzatura spaziale” e di quanto sia preoccupante la sua grande abbondanza nello spazio: «Scontiamo più che altro la scarsa capacità di previsione degli effetti che le grandi nazioni spaziali, come Stati Uniti e Russia, hanno adottato in passato: lanciavano in continuazione satelliti di ogni tipo, più che altro con una valenza strategica per avere l’uno il controllo sull’altro, ma non sappiamo neanche cosa quei satelliti abbiano a bordo. Questa corsa ad avere il controllo continuo del globo ha portato ad avere una enorme quantità di satelliti che dopo un certo numero di anni hanno smesso di funzionare, diventando inattivi e senza controllo. Cominciano così a seguire le leggi della meccanica celeste e della fisica, mentre se sono in un’orbita sufficientemente bassa o se penetrano in qualche modo attraverso l’atmosfera, possono cadere a terra. C’è poi una grande quantità di satelliti che si trova nella cosiddetta fascia geostazionaria, cioè a un’altezza di circa 36.000 chilometri che corrisponde all’orbita che compie una rivoluzione attorno alla Terra esattamente in 24 ore, quindi il satellite, visto dalla Terra, risulta praticamente fermo, alla stessa altezza e posizione. Proprio per questo motivo, questa fascia è quella più usata dai satelliti delle trasmissioni televisive, perché quando un utente punta la parabola, il satellite resta fermo. Quindi ci sono attualmente tantissimi satelliti che, dopo un certo numero di anni diventano inattivi, ma restano comunque lì, ed è impensabile andarli a riprendere. In passato un satellite russo si è scontrato contro uno americano, provocando un gran botto. Non c’era la possibilità da Terra di modificare l’orbita dei due satelliti che, ormai fuori controllo, sono entrati in rotta di collisione. Tutto questo comunque per dire che lo spazio non è incontaminato e limpido come lo si vede spesso nei film, ma attualmente è allo stesso livello di una discarica».

 

(Claudio Perlini)

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.