BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAUFRAGIO GIGLIO/ L'esperto: ecco cosa potrebbe accadere se uscisse del carburante dalla nave

Pubblicazione:

Il naufragio della Costa Concordia (InfoPhoto)  Il naufragio della Costa Concordia (InfoPhoto)

No, il video è semplicemente l’ipotesi di spargimento del combustibile nel mare nel disgraziato caso che fuoriuscisse dalla nave. Di tutta questa catena di possibilità di eventi, ci siamo occupati di capire solamente in che modo la macchia può spargersi sulla superficie del mare, mentre non consideriamo naturalmente tutto ciò che riguarda gli interventi. Si tratta quindi esclusivamente di un modello matematico, inserito in un sistema che dovrebbe, nello scopo del progetto, aiutare a gestire situazioni di sversamento di idrocarburi nel mare. Ovviamente, riguardo il caso della Concordia, non siamo intervenuti in nessun modo, ma abbiamo solo voluto mettere in campo un esercizio, una simulazione che preveda come potrebbe spargersi il combustibile, ma si tratta di un progetto che non è direttamente coinvolto con quello che sta avvenendo in questi giorni.

Che risultati avete ottenuto?

Secondo la simulazione, considerando prevalentemente il moto ondoso e i venti, la macchia si spargerebbe inizialmente allontanandosi dall’Isola, ma successivamente tornando indietro, per cui nell’arco dei due giorni che sono stati presi in esame, quindi un periodo molto breve, sarebbe proprio l’Isola del Giglio a ricevere il danno maggiore.

Una simulazione di questo tipo potrebbe rendersi davvero utile agli operatori che si stanno occupando della tragedia della Concordia?

Da un punto di vista matematico, a prescindere dal caso, se si conoscono certi parametri è possibile fare una simulazione. Avendo queste informazioni è possibile quindi ipotizzare uno scenario, ma è chiaro che per ora si tratta solamente di un esercizio che non ha nessun impatto con la situazione attuale della Concordia. Quello che volevamo comunque far capire è che questo progetto, con certi tipi di strumenti, può esser d’aiuto agli operatori e a chi deve intervenire in una determinata situazione: la simulazione che abbiamo creato tiene conto di un numero di parametri molto limitato, ma con più dati può essere realizzato un modello più complesso e completo che potrebbe rivelarsi certamente più d’aiuto. (alla pagina seguente sarà possibile vedere la simulazione riguardo la Costa Concordia).

 

(Claudio Perlini)



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >