BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ 2. Allarme botanico prima dell’Epifania: sta finendo l’incenso

Pubblicazione:

Un bastoncino di incenso  Un bastoncino di incenso

Il turnover delle specie non viene inoltre garantito poiché all’alta mortalità in fase adulta non corrisponde un pari tasso di germinazione, le giovani plantule non riescono a raggiungere uno stadio di vita che garantisca la sopravvivenza dell’individuo. Ciò è determinato anche dall’incremento in incendi e tasso di pascolamento che ha caratterizzato gli ultimi decenni a causa del maggiore carico di bestiame. L’esame condotto da Bongers e dai suoi collaboratori viene ad essere di fatto il primo studio di larga scala condotto sull’argomento; il che rivela una grande lacuna e un diffuso disinteressamento per il genere di piante in esame, che pure è la fonte di un prodotto largamente conosciuto.

Per evitare il collasso del mercato di tale bene è necessaria una manovra ampia e decisa che preveda il monitoraggio e la gestione delle specie a rischio, la portata del progetto è elevata ed esso necessita di cospicui incentivi. E' necessario innanzitutto contenere gli incendi e gli attacchi da parte dei coleotteri e, più a lungo termine, predisporre aree protette dal fuoco e dal pascolo, in modo che le plantule da poco germinate possano qui giungere a una fase vitale meno sensibile e raggiungere quindi lo stadio adulto riproduttivo. L’indagine svolta vuole essere un campanello d’allarme, un avvertimento per l’industria dell’incenso e per le associazioni che si occupano di conservazione, nella speranza di poter invertire questo trend negativo che rischia di tramutarsi in un silenzioso perire di specie.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.