BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ La formazione dei pianeti "in diretta" sotto lo sguardo di Hubble

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Un ottico infatti, in un laboratorio in cui gli apparati sperimentali hanno dimensioni limitate e si trovano ad una distanza minima dallo scienziato, segue esattamente la procedura necessaria per studiare il nostro disco, che invece è incredibilmente grande e posto a una distanza inimmaginabile dalla Terra; studiando come si trasforma un fascio di luce dopo essere passato attraverso un bersaglio, l’ottico trae delle conclusioni sulla composizione del bersaglio stesso. Esistono, ad esempio, esperimenti di ottica, chiamati di “particle sizing”, che hanno lo scopo di misurare le dimensioni delle particelle presenti in atmosfera per studiare il livello di inquinamento dell’aria.

Terminata l’analisi dei dati, abbiamo quindi ottenuto la dimensione dei grani di polvere: essi risultavano essere grandi qualche millesimo di millimetro, leggermente più grandi dei grani di polvere presenti nel “mezzo interstellare”(quella polvere che insieme a enormi quantità di gas si estende ovunque tra una stella e l’altra). Quindi il fenomeno dell’aggregazione sembrava proprio essere in atto!  

Ma il risultato più rilevante è stato trovare che i grani più grandi si disponevano verso la parte centrale del disco, mentre quelli più piccoli stavano verso l’esterno. È stato molto rincuorante, poiché questo andamento è proprio quello che viene previsto teoricamente quando si ipotizza che i pianeti si formino mediante l’ aggregazione di queste particelle. La nostra è stata, inoltre, una delle prime evidenze osservative in grado di mostrare  che effettivamente i granelli si dispongono secondo un gradiente di dimensione, il che ha generato in noi un certo stupore.

Sappiamo proprio poco di come si formino i pianeti e ancor meno di come si sia formato il nostro; ma un risultato come questo ci dice che siamo sulla strada giusta!



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.