BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDA CURIOSITY/ Chela-Flores: su Marte un grande passo avanti nella ricerca della vita

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

La sonda Curiosity, foto InfoPhoto  La sonda Curiosity, foto InfoPhoto
<< Prima pagina

Certo, senza andare troppo indietro nel tempo ci sono stati casi di meteoriti caduti sulla Terra che hanno permesso di fare questa scoperta. Penso soprattutto al meteorite Murchison. così chiamato per la località australiana in cui cadde nel 1969. Questo meteorite fu studiato moltissimo e su di esso sono stati trovati tutti gli elementi  che conformano le molecole della vita, cioè le proteine, gli aminoacidi e anche altri elementi. 

È possibile dunque dire che gli elementi base che danno il via alla vita siano dispersi nell'universo? 
L'ipotesi più avvalorata è che quando, circa quattro miliardi di anni fa, il sistema solare si stava ancora formando, la vita si sia formata, quasi in contemporanea, sulla Terra. Nello stesso periodo la Terra era sottoposta a un grande bombardamento di meteoriti e comete. Il bombardamento colpiva la superficie terrestre dove c'erano forme di vita e il conseguente rimbalzo nello spazio può aver portato forme di vita ad esempio su Marte, proprio per l'evoluzione in cui allora era sottoposto il sistema solare. Quello che è da capire è se queste forme di vita che potrebbero essere presenti su Marte siano compatibili con quelle terrestri o siano diverse, ossia se la simmetria delle molecole corrisponda alle nostre. Sono argomenti bellissimi e di grande interesse che vanno sotto il nome di astrobiologia. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.