BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEDICINA/ Quelle ricerche in alta quota ci insegneranno a … respirare

Pubblicazione:

Il Karakorum  Il Karakorum
<< Prima pagina

L’esame più importante per la diagnosi di BPCO è la spirometria, che serve a valutare la presenza di problemi respiratori, in particolare la presenza di riduzione del calibro dei bronchi, o ostruzione bronchiale. Consiste nel far inspirare ed espirare una persona fino al massimo delle sue capacità attraverso un boccaglio collegato a un apparecchio: la macchina (spirometro) misura i volumi e i flussi di aria respirata. L’attività svolta tra le popolazioni delle regioni himalayane ha permesso di verificare l’importanza degli esami strumentali per la diagnosi delle patologie respiratorie, dimostrando come sia possibile eseguire correttamente un esame di funzionalità respiratoria e come si riesca ad eseguire correttamente la spirometria anche in situazioni disagiate, al di fuori dell’abituale laboratorio.

Questi risultati si sono tradotti nell’idea di avviare in Italia l’iniziativa “Breathing Himalaya: Impariamo a respirare”, un’iniziativa educazionale che intende offrire a scuole, associazioni, famiglie, enti o persone attivi nel campo della salute e dell’educazione, un “pacchetto” di documentazione e approfondimento su una esperienza tutta italiana di studio e solidarietà. Il progetto è realizzato dal Comitato “Ev-K2-CNR” e da Interactivecom, in collaborazione col MIUR, con l’Università di Ferrara e con il sostegno di importanti realtà pubbliche e private.

Si partirà da Milano, presso Palazzo Isimbardi tra l’1 e il 9 aprile, con una mostra itinerante e un ciclo di incontri e seminari che racconteranno al pubblico i risultati delle ricerche in montagna con l’obiettivo di contrastare in modo sempre più efficace le patologie respiratorie attraverso un’azione di sensibilizzazione e informazione, soprattutto del pubblico più giovane, contribuendo a una diagnosi sempre più precoce della BPCO nelle sue fasi iniziali, migliorando i risultati delle terapie disponibili.

(Michele Orioli)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.