BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCOPERTE/ Quando in Romagna passeggiavano i dinosauri...

Pubblicazione:martedì 6 marzo 2012

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Inoltre, alcune caratteristiche uniche del reperto hanno fornito alcuni dettagli fondamentali per identificarlo: il cranio massiccio, i denti lunghi fino a 15 cm e le mandibole incredibilmente robuste sono tutte caratteristiche di un grande predatore che viveva nel vasto mare che un tempo separava Africa e Europa, ben prima della “nascita” dell’Italia che conosciamo oggi. Un reperto più unico che raro, che certamente fornirà importanti informazioni su un mondo scomparso da milioni di anni.

Grazie al tempestivo intervento e alla collaborazione tra diverse istituzioni, il fortunato ritrovamento avrà un seguito. Presso il Museo Geologico Giovanni Capellini dell’Università di Bologna verranno condotte la preparazione e lo studio del reperto; a chi scrive spetterà il compito della supervisione di tali attività.

Terminate le ricerche, e una volta conosciuta la vera identità di questo grande predatore, il fossile costituirà una attrazione di primo livello e sarà l’oggetto di mostre dedicate sul territorio regionale.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.