BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIBATTITI/ Scienza e (è) Teatro

Pubblicazione:

Rembrandt, Lezione di anatomia del dottor Tulp  Rembrandt, Lezione di anatomia del dottor Tulp
<< Prima pagina

Forse sarà un’altra forma di teatro a salvarci, ma questa volta non lo show di prestidigitazione, piuttosto un’antichissima e universale forma d’arte: il teatro delle marionette (di cui non a caso Florenskij era un grande estimatore2. Nel teatro delle marionette l’identificazione diretta tra vita e teatro è resa impossibile dall’evidente fissità della maschera e dal ruolo predefinito e rituale dei personaggi (si pensi ad esempio all’Opera dei Pupi in Sicilia), questo provoca una semplificazione enorme ed una grande pulizia formale che permette una immediata percezione dell’essenziale del dramma rappresentato. Ogni possibile differente situazione si trova ingabbiata in una dinamica molto ritualizzata in cui è subito evidente chi è il buono e chi è il cattivo, permettendo così a spettatori di età e sensibilità molto differenti di capire il senso di ciò che sta andando in scena.

Esattamente lo stesso tipo di operazione attuata dalla tecnica statistica denominata “Meta-Analisi’. Questa tecnica è stata sviluppata nell’ambito della ricerca clinica per consentire ai medici (che un rapporto proficuo con il reale devono per necessità averlo) di distillare l’informazione rilevante per il loro lavoro di tutti i giorni dispersa in milioni di singole ( e spesso contrastanti) pubblicazioni scientifiche. La meta-analisi, come implicito nel suo nome, assume una prospettiva di “secondo-ordine” sugli studi clinici: invece di considerare i singoli pazienti come le unità statistiche e i parametri clinici come variabili, considera come unità statistiche i singoli studi scientifici (i.e. gli articoli sulle riviste specializzate) eseguiti sullo stesso argomento in diversi tempi e da diversi sperimentatori e ad ogni studio assegna un punteggio sintetico che ha sempre lo stesso significato e la stessa forma (come il burattino) corrispondente alla distanza dalla condizione “assenza di risultati rilevanti” .



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >