BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ Quelle foto dal cielo fanno crescere la ricerca qui sulla Terra

Pubblicazione:

Foto: Infophoto  Foto: Infophoto
<< Prima pagina

Due sono i principali capitoli che riassumono i risultati più importanti e le ricerche di interesse più generale: l’ambito biomedico e quello della tutela ambientale.

Nel primo, oltre all’esempio già citato, troviamo una serie di ricerche che potranno accelerare e potenziare lo sviluppo di nuovi vaccini: come quelli contro la salmonella o contro il batterio noto come MRSA, lo Stafilococco aureo meticillino-resistente.

Un altro risultato di rilievo è stato il robot chirurgico neuroArm, sviluppato dall’Agenzia Spaziale Canadese, specializzato nell’eseguire delicati interventi di neurochirurgia operando sul cervello di un paziente posto all’interno di una macchina per la Risonanza magnetica. Ormai dal 2008 neuroArm funziona egregiamente e da allora ha operato decine di pazienti; mentre si sta passando al collaudo di un modello evoluto, dotato di due braccia robotiche che può intervenire su dettagli più fini, visti attraverso l’imaging tridimensionale.

Poi c’è il grande capitolo della purificazione dell’acqua: gli avanzati sistemi di filtrazione e purificazione operanti sulla ISS offrono, e hanno già offerto, interessanti opportunità di applicazione per l’approvvigionamento di questa fondamentale risorsa che è tuttora drammaticamente carente in molte parti del mondo.

Sul versante ambientale è abbastanza evidente che la Stazione Spaziale si trova in una condizione unica per osservare gli ecosistemi terrestri e già diverse apparecchiature sono state applicate internamente ed esternamente alla Stazione per monitorare il Pianeta e segnalare in tempo reale situazioni di allarme.  



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >