BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERREMOTO/ Quando il sottosuolo trema, anche i fiumi cambiano strada

Pubblicazione:

Il fiume Po  Il fiume Po

Di situazioni come queste ce ne sono parecchie in tutta la pianura; Valensise cita il caso del Secchia e del Panaro, che a un certo punto si avvicinano e poi si allontanano in prossimità di Mirandola. Più a sud anche il Reno ha tentato più volte di scavalcare la dorsale ferrarese ma senza esito; e ciò nonostante un intervento fallimentare, voluto nientemeno che da Napoleone, di farlo confluire verso il Po. Anche i romani ci avevano provato, «ma contro la tettonica non c’è nulla da fare: la dorsale continua a crescere e bisogna rinunciare a tentativi del genere».

Quindi è interessante sapere che la tettonica produce terremoti «ma prima ancora produce deformazioni del terreno senza implicazioni sismiche ma con conseguenze morfologiche; sono trasformazioni che hanno effetti rilevanti soprattutto sul reticolo fluviale e di conseguenza vanno ad incidere sulla vita delle popolazioni con forti impatti sulla loro storia, sull’economia, sulla vita sociale».

Ora però le cause di queste deformazioni, cioè le strutture geologiche sono un po’ meno nascoste, grazie al lavoro degli scienziati dell’INGV che sono riusciti a mapparle e a metterle nelle liste dei “sorvegliati speciali”.

 

(Michele Orioli)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.