BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DISTURBI DEL SONNO/ L'esperto: vi spiego cos'è la sindrome di Kleine Levin

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

L’encefalite letargica, come anche altre patologie, può verificarsi «perché, essendo il sonno un’attività cerebrale, questa può essere alterata da lesioni più o meno organiche  e biochimiche. Quindi nella sindrome di Kleine Levin di cui è affetta la giovane in questione, in cui viene colpito il lobo temporale, una delle complicanze che si può manifestare è proprio questa ipersonnia». Si tratta di una patologia, spiega ancora Ceroni, che comunque «non compromette l’assunzione di cibo e di liquidi quindi è possibile mantenere una buona efficienza fisica grazie al fatto che ogni funzione viene mantenuta. Non si tratta ovviamente di un coma, ma di un’attività cerebrale particolare completamente diversa. Questo è facilmente osservabile attraverso un elettroencefalogramma che nel caso del sonno è completamente diverso rispetto al coma».  

 

(Claudio Perlini)

© Riproduzione Riservata.