BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STAMINALI EMBRIONALI/ Dallapiccola: i tribunali hanno snaturato la Legge 40

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

foto Infophoto  foto Infophoto

Le implicazioni morali del loro utilizzo sono molto controverse. Si possono, infatti, usare solo dopo la distruzione dell'embrione e questo solleva quesiti etici ai quali i vari Paesi hanno dato risposte diverse. L'Italia, da tempo, ha vietato l'uso di queste cellule privilegiando la salvaguardia dell'embrione: del resto, la loro efficacia per la cura di alcune malattie deve ancora essere dimostrata; una parte delle ricerche eseguite sulle cellule embrionali staminali è stata bypassata in questi anni dallo sviluppo di modelli in vitro, cellule iPS, cioè cellule adulte riprogrammate: per la ricerca costituiscono modelli per lo studio di parecchie malattie. Chiaramente, le cellule iPS presentano, come le embrionali, problemi all'uso della terapia e, di fatto, non sono oggi utilizzabili. Penso che questo varrà per molto tempo anche per le embrionali tradizionali, nel senso che la loro manipolazione presenta una serie di problemi che possiamo considerare tutt'altro che risolti.

I nostri ricercatori possono però, lavorare su cellule prodotte in laboratori stranieri, all'interno di collaborazioni internazionali?

Nel nostro Paese è ormai noto che vengano, comunque, importate delle “linee” cellulari embrionali che sono disponibili commercialmente. Un buon numero di ricercatori che lavorano sulle malattie neuro-degenerative non ha mai avuto difficoltà ad ammettere l'uso di queste “linee” stabilizzate di embrionali. D'altra parte, da ricercatore, credo che lo studio delle staminali embrionali sia utile per comprendere meglio il decorso di alcune malattie umane. Chiaramente, l'argomento si divide in due scuole di pensiero: da una parte c'è chi caldeggia le embrionali solo di tipo animale e dall'altra, c'è chi vuole usare cellule provenienti da embrioni distrutti. Trovo, come dicevo prima, che le iPS siano un ottimo compromesso, già da almeno cinque anni, soprattutto fintanto che qualcuno non riuscirà a dimostrare la totale efficacia delle embrionali e per chi msotra un certo rispetto nei confronti dell'embrione , considerandolo una persona in potenza.

Un problema assonante sono le blastocisti (embrioni durante le prime fasi del suo sviluppo ndr) prodotte in sovrannumero e che giacciono nei frigoriferi di moltissimi centri specialistici italiani.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >