BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CLIMA/ Riscaldamento globale: una questione di scale

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

L'ipotesi per il riscaldamento globale dell'atmosfera è il famoso effetto serra. Vi sono centinaia di studi, supportati da evidenze sperimentali, che indicano la CO2 come un grosso fattore di rischio. Indipendentemente dalle diverse sfumature che si possono trovare all'interno della comunità scientifica, è del tutto evidente che al momento questa è considerata la causa più attendibile. La conferma viene appunto dai modelli climatici, che se eccitati con tale forzante simulano un riscaldamento dell'atmosfera simile a quello riscontrato. Ciò detto, è innegabile che il più grosso problema che affligge gli attuali modelli a grande scala è l'incapacità a descrivere correttamente certi comportamenti dell'atmosfera e degli oceani (se ne era parlato anche su queste pagine). Tuttavia, questi ultimi sono da ascrivere a dinamiche a più alta frequenza, come il Nino o i monsoni, o i cicloni tropicali, e così via. Tutti fenomeni legati alla variabilità interna al sistema, che si stima possano al massimo smussare il suddetto trend al rialzo. Certo, si potrebbe ipotizzare che una serie di questi fattori abbia forzato nello stesso senso il sistema-atmosfera ad un nuovo equilibrio, a cui si sta tendendo con l'attuale riscaldamento globale. Tuttavia, la probabilità che ciò si stia verificando è statisticamente molto bassa. D'altro canto, così come lo stato dell'arte dei modelli a grande scala sia deficitario nel descrivere certi fenomeni o trend atmosferici e oceanici (e Ross McKitrick ne sottolinea correttamente alcuni), è pur vero che gli sforzi prodotti finora hanno reso questi strumenti enormemente efficaci nel simulare la circolazione globale dell'atmosfera e degli oceani (come ad esempio il jet-stream alle medie latitudini, la circolazione termoalina o le interazioni troposfera-stratosfera). Rimane la grande sfida a migliorarsi, a rendere la conoscenza fisica e modellistica sempre più avanzata per poter giungere a prevedere I cambiamenti climatici su scale spaziali e temporali sempre più piccole. 

 

 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.