BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPERIMENTAZIONE ANIMALE/ L'esperto: le polemiche su Green Hill? Non sono inutili i test sugli animali

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Topo da laboratorio  Topo da laboratorio

Quello di Green Hill è un caso di mala gestione, con maltrattamenti e sofferenze provocate in modo ingiustificato. E questo ha fatto buon gioco a chi protegge l'animale in modo esasperato. Oggi infatti sta prevalendo una percezione antropomorfa dell'animale. In passato, invece, era normale per il contadino avere una concezione utilitaristica dell'animale. Nel passato ci sono stati anche casi di sperimentazione promossi a livello istituzionale. Famoso è il caso di Benjamin Franklin a cui il Congresso americano chiese di fare degli studi per il miglior utilizzo della sedia elettrica nelle esecuzioni capitali. Per individuare e far approvare il metodo “migliore”, Franklin organizzò, alla presenza dei membri del Congresso, una sessione sperimentale utilizzando animali. Oggi una serie di attenzioni anche per la cavia da laboratorio sono giuste, ma io credo comunque che, prima di passare all’uomo, sia necessario passare dalla fase preliminare sull’animale.

Quali sono le ragioni?
Alcune prove possono essere fatte anche in vitro o con sistemi alternativi, ma esulano dal contesto tipico della vita, della circolazione sanguigna, della distribuzione dei fluidi biologici che avvengono solo su animale vivo. In alcuni casi, gli studi hanno dimostrato che non c'era correlazione tra l'animale e l'uomo, come è avvenuto per i test dei profumi che venivano effettuati sui conigli, ma appunto per questo è necessario individuare le caratteristiche necessarie, definire i limiti degli studi, evitare sofferenze inutili. In ultimo, le faccio un esempio: si farebbe operare da un chirurgo che non ha mai provato il trapianto di fegato su di un maiale e che lo fa per la prima volta sull'uomo? L’addestramento sui maiali, ad esempio, permette ai chirughi di acquisire la manualità necessaria per operare in condizioni difficili e di indidivuare le metodologie e le tecniche migliori.


Quali animali oggi vengono prevalentemente utilizzati per la sperimentazione? 
Innanzitutto i topi, in particolare quelli anziani, di due anni, perché hanno un sistema immunitario simile al nostro. E poi si utilizzano mammiferi come la scimmia, il cane ed anche il maiale.

In conclusione, a differenza che nel passato dove la natura - e quindi anche gli animali - era a servizio dell’uomo, oggi prevale una mentalità che mette uomo e animale sullo stesso piano, si può dire che li equipari, con danni anche per la scienza?
Direi di sì, il punto è proprio questo.


(Paolo Vites) 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
24/07/2012 - la vivisezione è solo crudeltà inutile (Alessandro Baiocchi)

Davvero volete farci credere che sia una necessità per il bene della salute umana effettuare gli inutili e crudeli esperimenti del tipo seguente? “Stress triggers anhedonia in rats bred for learned helplessness” – Behavioural Brain Research 209 (2010) 183–186 http://www.zi-mannheim.de/fileadmin/user_upload/redakteure/psychopharma/Enkel_et_al._2010.pdf Ratti torturati con scariche elettriche per indurre uno stato di prostrazione utilizzato per simulare la depressione umana e pretendere così di studiarne una sua manifestazione, la cosiddetta “anedonia”. Questa ricerca non ha alcun fondamento scientifico, perché la depressione umana insorge da una molteplicità di fattori (ambientali, educativi, sociali, relazionali) che nulla hanno a che vedere con la prostrazione indotta mediante tortura. Ed esperimenti di questo tipo non sono una eccezione, ma una regola: basta farsi un giro su una banca dati scientifica per leggere di persona le infinite ed inutili sevizie a cui vengono sottoposti gli animali per esperimenti irrilevanti ai fini della salute umana, oppure eseguiti da anni e sempre con gli stessi inutili risultati. E’ recente la notizia della protesta contro l’Università di Cardiff, che compie esperimenti su cuccioli di gatto ai quali vengono cucite le palpebre per studiare gli effetti di questa terribile deprivazione sensoriale: http://bit.ly/Oc94MC Sono esercizi di pura crudeltà, se pensate che questi esperimenti vengono eseguiti da anni senza utilità per l'uomo.