BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TECNOLOGIE/ Controlli inesorabili con le super radiografie 3D a colori

Pubblicazione:

La radiografia tridimensionale elaborata dall'équipe del professor Robert Cernik  La radiografia tridimensionale elaborata dall'équipe del professor Robert Cernik

Cernik ha anche osservato che i sistemi di imaging attuali, come la TAC spirale, non utilizzano tutte le informazioni contenute nel fascio di raggi X: «noi siamo in grado di utilizzare tutte le lunghezze d'onda presenti per ottenere  un’immagine a raggi X a colori in una serie di forme geometriche diverse».  Questo metodo viene spesso chiamato imaging iperspettrale in quanto fornisce informazioni aggiuntive sulla struttura materiale di ciascun voxel (l’equivalente 3D di un pixel) dell'immagine 3D. Tali informazioni aggiuntive possono essere utilizzate per ricavare le “impronte” del materiale presente in ogni punto dell’immagine tridimensionale. 

Oltre a fornire maggiori informazioni sull'oggetto da analizzare, la nuova tecnica riduce anche il tempo necessario per creare un'immagine tridimensionale: invece di costruire una quantità di immagini separate (mappatura), il nuovo sistema crea l'immagine con un’unica scansione che richiede solo alcuni minuti. Ciò ha interessanti implicazioni nell'utilizzo del sistema a raggi X per uso medico: «Il fatto che l'immagine possa essere acquisita in un tempo paragonabile a quello dei metodi più convenzionali significa che si possono raccogliere più informazioni da un campione di biopsia. Questo aiuta a distinguere più accuratamente tra i tessuto normale e anormale, riducendo gli errori diagnostici». 

Cernik è ora alla ricerca di partner industriali in possibili progetti di collaborazione per affinare la tecnologia a raggi X per ogni applicazione specifica, come la sicurezza, l’aerospaziale e il medicale.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.