BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ La temperatura dell’universo di mezza età dà ragione al Big Bang

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto
<< Prima pagina

Le emissioni dalle nubi molecolari della galassia osservata sono però troppo deboli per essere studiate direttamente. Ma proprio la potente radiazione emessa dal quasar può essere usata per studiare la temperatura della radiazione fossile a z=0.89. Se non ci fossero le nubi molecolari lo spettro dell’intensità della radiazione del quasar, misurata in funzione della lunghezza d’onda, sarebbe una linea continua. Ma attraversando la nube tale radiazione viene in parte assorbita, causando delle transizioni tra i livelli energetici elettronici delle molecole, con salti di energia ben maggiori di quelli tra i diversi stati rotazionali. 

Nello spettro del quasar questo si traduce nella presenza di linee quasi verticali - dette d’assorbimento - posizionate a lunghezza d’onda precise, che dipendono dalle specie molecolari presenti nella nube e dai loro livelli elettronici. Come queste linee di assorbimento dipendono dalla radiazione cosmica di fondo? Considerando le transizioni di una specifica specie molecolare, il rapporto tra l’intensità delle linee di assorbimento delle diverse transizioni elettroniche dipende dal numero relativo di molecole della nube nei diversi stati rotazionali, e quindi dalla temperatura della radiazione fossile.

La difficoltà di una misura di questo tipo è che bisogna conoscere numerosi parametri fisici legati alle condizioni della nube molecolare e del quasar. In questo lavoro per la prima volta il team di ricercatori ha studiato contemporaneamente più transizioni di diverse specie molecolari. Ciò ha permesso di ridurre l’incertezza legata ai parametri fisici e di ottenere una misura molto più precisa rispetto ad analoghe misure precedenti. La temperatura della radiazione cosmica di fondo a z=0.89 così misurata è 5.08 ± 0.10 Kelvin (circa -267 °C). Il valore è perfettamente in accordo con la temperatura dell’Universo a quell’epoca prevista dalla teoria del Big Bang, pari a 5.14 Kelvin.  

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.