BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BIOLOGIA/ Anche l’universo del genoma ha la sua materia "oscura" (ma non inutile)

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto
<< Prima pagina

A questo punto sono due le considerazioni che ci lasciano senza fiato: la prima è la drammatica sproporzione che c'è tra il genoma che produce gli "ingranaggi molecolari" che ci fanno vivere e quello che, sembra, non produca nulla di utile. La seconda pone, definitivamente, un punto fermo sulla disputa che era nata con alcuni studiosi che chiamavano il DNA non codificante "DNA spazzatura". Questa ipotesi risulta poco credibile visto che la porzione di genoma non codificante viene regolata con gli stessi fini meccanismi che guidano i geni codificanti. Inoltre, è ormai noto da tempo che il genoma non codificante ha un ruolo chiave nelle malattie genetiche. 

Questo ci rilancia nello studio con una maggiore consapevolezza lasciando aperte infinite possibilità. Non possiamo più accontentarci di catalogare come spazzatura quello che non risponde al nostro schema. Lo studio del DNA continua a porci tutti sul baratro dell'ignoto che agisce senza sottomettersi al nostro schema ma ci fornisce nuovi spunti, come un caleidoscopio dalle infinite forme.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.