BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PALEONTOLOGIA/ Mandami i dati della TAC che ti stampo (in 3D) il fossile

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Il Charité Campus ha iniziato da qualche tempo a sviluppare un interesse per la stampa 3D, per permettere di intervenire in alcuni casi di chirurgia della spalla. La stampa 3D permette ricostruzioni accurate di oggetti e corpi di forme le più svariate; e così Issever ha chiesto ai suoi ricercatori di prendere i risultati della CT e utilizzarli per riprodurre il pezzo incastonato nel gesso. Il risultato ha consentito di ottenere il pezzo contenuto nel blocco sotto analisi senza aprire il blocco medesimo.

È proprio questo il contenuto innovativo: l’unione delle due tecniche è stata realizzata per la prima volta e questo apre prospettive interessantissime. Fino a oggi, infatti, per motivi di prevenzione e sicurezza, i pezzi di paleontologia sono stati conservati nei vari musei e chi avesse voluto studiarli doveva recarsi là a esaminarli di persona. Ora si apre una nuova possibilità: conservare perfettamente i pezzi e nello stesso tempo farne repliche a distanza senza che il processo di replica possa minimamente rovinarli.

È una rivoluzione, come dice Issever: «se qualcuno in Australia fa della ricerca su un certo dinosauro e in Canada c’è un altro ricercatore che si interessa dello stesso soggetto e si vogliono scambiare i fossili, non dovranno più spedirsi i pezzi originali… Potrebbero al massimo spedirsi un CD. I dati digitali e, ultimamente, le riproduzioni delle stampe 3D possono essere scambiate facilmente e altri gruppi di ricerca potrebbero a questo punto ottenere importanti accessi a informazioni relative a fossili rari, che altrimenti resterebbero limitate. Proprio come il processo di stampa inventato da Gutenberg aprì il mondo dei libri al pubblico, così i dataset e le stampe 3D dei fossili possono ora essere distribuiti in modo più ampio, pur proteggendo i fossili originali».

Come sempre accade quando un processo innovativo riesce a risolvere un problema, la soluzione è talmente semplice che viene da domandarsi come mai non ci avessero pensato prima. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.