BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/Alla Nasa lucidano gli specchi di berillio dorati per il prossimo telescopio spaziale

Pubblicazione:

Riproduzione del telescopio JWST (Infophoto)  Riproduzione del telescopio JWST (Infophoto)

Il berillio superficiale però non è molto riflettente nel vicino infrarosso, per cui ogni specchio è ricoperto con un sottile rivestimento d'oro per aumentare l’efficienza della riflessione agli infrarossi. Nell'ultima parte del 2012, lo specchio secondario e tre segmenti dello specchio primario sono stati consegnati da Ball Aerospace al Goddard Space Flight Center per il montaggio con il resto del telescopio.

Lo stato di avanzamento del programma sta rendendo soddisfatti i tecnici e gli scienziati della Nasa: nel febbraio scorso sono state completate alcune componenti importanti, come la struttura di supporto dello specchio secondario, il backplane dello specchio primario, la struttura primaria dell’astronave; nei prossimi giorni inizierà il test col simulatore OSIM (Optical Telescope Element Simulator) posto in una camera a vuoto (detta SES, Space Environment Simulator, simulatore di ambiente spaziale) per certificare la resistenza alle fredde temperature dello spazio criogenica.

C’è da aggiungere che queste tecniche di produzione non solo permettono alla Nasa di realizzare il più sofisticato telescopio spaziale finora costruito, ma consentono di sviluppare processi innovativi dei quali tutti poco o tanto potremo beneficiare qui sulla Terra.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.