BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MUOS/ L'esperto: Niscemi è nel pieno del campo elettromagnetico delle antenne

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

A differenza di molti anni fa, quando si iniziava solamente a studiare il problema, oggi esistono numerose pubblicazioni e ricerche riguardo un impatto del genere sulla salute. Mi riferisco per esempio al “Rapporto Bioinitiative” che contiene tantissime pubblicazioni relative agli effetti biologici dei campi elettromagnetici, oppure allo studio dei meccanismi di azione con cui i campi elettromagnetici influenzano i sistemi viventi e biologici dell’Icems. Insomma, le certezze a riguardo non mancano, dunque non è più possibile ignorare il fatto che esporre le popolazioni a questi campi comporta un maggior rischio per la salute.

Come si spiega allora che il Muos sia stato costruito proprio in quell’area?

Probabilmente è stato possibile grazie a un sistema di connivenze grazie al quale i militari hanno avuto la possibilità di installare il Muos senza dover essere sottoposti ai controlli e agli accertamenti necessari da parte delle istituzioni preposte alla difesa della salute dei cittadini.

Cosa crede sia opportuno fare adesso?

E’ un problema delicato perché coinvolge diverse istituzioni, tutte con i loro interessi, che però non si occupano di sanità pubblica. Probabilmente dovranno essere le istituzioni locali, dal sindaco di Niscemi fino all’unità sanitaria siciliana, a dover prendere dei provvedimenti in modo da limitare l’impatto magnetico per la popolazione.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.