BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EVENTI/ Ordine e caos: dalla natura ai banchi del liceo

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto
<< Prima pagina

Un tema che non ha mancato di stimolare la creatività degli studenti, alcuni dei quali non si sono limitati a popolare i laboratori delle scuole – e già questo sarebbe un risultato – ma sono usciti per andare a interpellare gli scienziati sul campo. Come gli alunni di una quinta liceo scientifico di Mestre, che si sono recati al Centro Maree di Venezia e si sono “immersi” nell’attività quotidiana dei ricercatori alle prese col fenomeno dell’acqua alta: hanno scoperto che un fenomeno come la marea ha una componente deterministica (astronomica) e una caotica legata a vari fattori meteorologici. Con i dati forniti dal Centro hanno svolto simulazioni e analisi matematiche, rendendosi conto delle reali difficoltà di previsione.

Altri si sono spinti verso i tipici argomenti della scienza del caos, realizzando e analizzando reazioni chimiche oscillanti e altri casi di sistemi dissipativi lontani dall’equilibrio; e c’è chi ha affrontato situazioni di caos più quotidiano: come chi ha analizzato i dati da elettrocardiogrammi di persone affette da varie patologie cardiache; o chi ha ideato un sofisticato esperimento per studiare la varietà di comportamenti ordinati e caotici di un “rubinetto gocciolante”. Le classi del biennio si sono indirizzate maggiormente sugli aspetti matematici e si sono lasciati attrarre dalle suggestioni anche grafiche di figure come quelle frattali e dalla loro sorprendente applicazione a un gran numero di sistemi naturali e situazioni concrete.

Insomma, vedendo quanto è successo nelle scuole che hanno partecipato in questo e nei precedenti nove anni, c’è da constatare che l’iniziativa degli insegnanti fiorentini sta raggiungendo i suoi obiettivi: a tutto vantaggio non solo di chi si è mobilitato direttamente ma di tutti coloro che, dalle cattedre e dai banchi di tutta la Penisola guarderanno con interesse a questa esperienza.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.