BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RETI/ Quando i sistemi wireless varcano i cancelli della fabbrica

Pubblicazione:

Controllo wireless di un impianto industriale   Controllo wireless di un impianto industriale

Ormai ci sono molti siti industriali dove una strumentazione wireless, cioè un insieme di sensori, misuratori, trasmettitori, è attiva da decine di migliaia di ore; altri impianti si stanno attrezzando per eliminare i cavi e sostituire le tradizionali apparecchiature con altre più moderne, funzionanti senza bisogno dei fili. È uno scenario di crescita di queste tecnologie, che sta emergendo soprattutto nel caso delle industrie di processo, cioè quelle caratterizzate da un flusso di lavorazione continuo e dove i prodotti non sono prevalentemente dei manufatti ma sono l’esito di particolari procedimenti: ci riferiamo ad esempio al settore oli & gas, al petrolchimico, alla chimica e farmaceutica, all’alimentare.

Ne abbiamo parlato con Armando Martin, ingegnere elettronico e consulente industriale, al termine di un interessante workshop su questi temi nell’ambito della manifestazione SAVE Milano 2013, organizzata da Eiom nei giorni scorsi al centro congressi di Assago Milanofiori.

 

Ci stiamo avviando verso l’eliminazione dei cavi nella gestione dei processi industriali? In quali operazioni in particolare?

Direi di no; piuttosto ci avviamo a una coesistenza tra reti cablate e tecnologie senza fili. Bisogna ricordare che le tecnologie wireless nell’industria sono presenti da alcuni decenni. Ma siamo ancora lontani da una convergenza su piattaforme uniche, specie nella comunicazione tra macchine e nell’automazione di fabbrica. Discorso diverso nell’automazione di processo, ovvero nell’industria petrolchimica, siderurgica, cartaria e nel settore energetico. Qui si prefigurano soluzioni basate su protocolli di comunicazione flessibili e interoperabili come WirelessHart per le attività di allarmistica, monitoraggio dati, diagnostica della strumentazione. Fermo restando che se l’obiettivo è il semplice cable replacement o la trasmissione punto-punto, la soluzione ottimale può essere un semplice accoppiamento wireless con tecnologie Bluetooth, ZigBee o proprietarie.

 

Quali sono i principali vantaggi?

I benefici delle tecnologie wireless sono evidenti: semplicità di installazione, costi di gestione ridotti, scalabilità, completa mobilità all’interno del raggio di copertura. Bisogna poi considerare che i principali fornitori di automazione sono sempre più attenti a garantire l’integrazione di tecnologie wireless nei loro prodotti. Il wireless integrato è un modo conveniente per aggiungere funzionalità di monitoraggio, migliorare la mobilità del personale, aumentare il livello di sicurezza, ottimizzare l’uso di beni, materie prime ed energia.

 

Quali sono le principali remore che ancora limitano la diffusione?

I problemi legati ai tempi di ciclo ridotti, alla sicurezza nelle connessioni e alla coesistenza tra reti ostacolano l’adozione di soluzioni adeguate. Ci sono poi barriere di tipo culturale e metodologico.



  PAG. SUCC. >