BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MONTAGNA/ Conoscere e gustare le Alpi, anche senza vederle

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto
<< Prima pagina

La collaborazione è nata dal comune interesse con alcuni ricercatori dell’Università Statale di Milano (Dipartimento di Scienze della Terra “A. Desio”) e in particolare con il professor Claudio Smiraglia, docente di Geografia Fisica e glaciologo noto a livello internazionale, per una fruizione più completa delle aree montane, aperta all’utenza più ampia possibile, perché tutti possano godere ed appagarsi della bellezza (non solo visiva ma anche tattile) delle Alpi Lombarde.

I ricercatori dell’Università di Milano inoltre sono da sempre attenti a forme di insegnamento alternative, che permettano di conoscere l’ambiente naturale e le sue componenti (come le rocce) anche attraverso approcci diversi. L’arrampicata su roccia, in particolare, permette di diffondere a un’ampia utenza conoscenze di base della geologia di un’area partendo da ciò che viene percepito, sentito, toccato.

L’ascolto dell’audioguida è anche suggerito ai climber normovedenti che potranno approfondire la conoscenza dell’area dove praticano la loro attività sportiva.

Questi contenuti multimediali sono accessibili a tutti?

Il file audio, breve e semplice, può venire ascoltato (scaricando gli mp3 dai siti di ERSAF e Regione Lombardia) tramite lettori portatili o telefonini. È un primo tentativo per ampliare gli strumenti didattici finalizzati alla conoscenza delle nostre montagne e se troverà positivo riscontro potrà venire migliorato, ampliato e approfondito con iniziative rivolte a tutti.

L’evento dei prossimi giorni si inserisce nel progetto interregionale VETTA: di cosa si tratta?

L’acronimo VETTA sta per “Valorizzazione delle Esperienze e dei prodotti Turistici Transfrontalieri delle medie e Alte quote”. Il progetto si pone l’obiettivo di migliorare l’offerta turistica nelle aree montane ed è co-finanziato nell'ambito del Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Svizzera. Capofila del Progetto è la Regione Piemonte, gli altri partner italiani sono: Regione Lombardia, CAI Lombardia, CAI Sezione di Villadossola, CAI Sezione di Novara, ERSAF, Provincia Autonoma di Bolzano; i partner svizzeri sono Canton Ticino e Canton Grigioni. In Lombardia il Progetto VETTA ha visto in 28 rifugi l’installazione della connessione a banda larga satellitare per migliorare le comunicazioni in alta quota, garantire maggiori standard di sicurezza e fornire l’accesso ai servizi on-line.

In cosa consiste l'obiettivo finale?



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >